Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK
Vai al contenuto

100autori.it - Centoautori del cinema italiano

100autori

Come iscriversi all'Associazione

La procedura per iscriversi è molto semplice, basta compilare ed inviare uno dei due moduli che troverete nella sezione iscrizioni e pagare la quota associativa annuale.

Cerca nel sito

100autori network

Chi siamo

100autori è in Italia la più grande fra le Associazioni autoriali del settore audiovisivo.

Rappresenta registi e sceneggiatori cinematografici e televisivi, autori di documentario, film d’animazione e autori legati al mondo dei new media.

Nata nel novembre del 2008, dopo una lunga esperienza di movimento, l’Associazione conta oggi oltre 500 iscritti ed è presente sul territorio nazionale con sedi strutturate in Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Lazio e Sicilia. Un’associazione nuova per numero d’iscritti, varietà delle appartenenze professionali, prestigio culturale, contemporanea presenza di tutte le generazioni, che lavora per difendere le libertà artistiche, morali e professionali della creazione ma anche promuovere la formazione di nuovi talenti e l’alfabetizzazione ai linguaggi dell’audiovisivo.

Al fine di tutelare i diritti degli autori e promuovere la cultura dell’audiovisivo, difendere il diritto d’autore - sostenendo in particolar modo i più giovani - l’Associazione sviluppa ogni anno attività sindacali e culturali.

100autori dispone di un Ufficio Studi che realizza ricerche e analisi sul mercato dei media, sui temi giuridici legati alla regolamentazione dell’industria dell’audiovisivo e alla tutela del diritto d’autore.

Offre consulenza legale gratuita ai propri soci e ha sostenuto interamente e a favore di tutte le Associazioni degli Autori le spese di consulenza legale per i procedimenti di Arbitrato con la Rai, Confindustria e Sky.

Tra i soci dell’Associazione segnaliamo: Andrea Purgatori, Marco Bellocchio, Carlo Verdone, Dario Argento, Paolo Virzì, Stefano Rulli, Daniele Luchetti, Ivan Cotroneo, Sandro Petraglia, Stefano Bises, Francesco Bruni, Francesco Piccolo, Roberto Andò, Maurizio Nichetti, Carlo Vanzina, Enrico Vanzina, Cristina Comencini, Francesca Comencini, Cinzia Th Torrini, Ferzan Ozpetek, Silvio Soldini, Marina Spada, Marco Risi, Francesca Melandri, Giorgio Diritti, Massimo Gaudioso, Doriana Leondeff, Alberto Sironi, Francesco Artibani, Stefano Sardo, Giovanni Veronesi, Monica Rametta, Giambattista Avellino, Laura Bispuri, Fabio Bonifacci, Fausto Brizzi, Liliana Cavani, Claudio Cupellini, Salvatore De Mola, Riccardo Donna, Davide Ferrario, Agostino Ferrente, Giovanni Piperno, Edoardo Gabriellini, Gianfranco Giagni, Cladio Giovannesi, Filippo Gravino, Roan Jhonson, Laura Ippoliti, Antonio Leotti, Nicola Lusuardi, Gloria Malatesta, Giulio Manfredonia, Francesca Marciano, Davide Marengo, Marco Martani, Valerio Mieli, Anna Mittone, Riccardo Milani, Andrea Molaioli, Fabio Mollo, Vincenzo Monteleone, Tiziana Aristarco, Susanna Nicchiarelli, Claudio Noce, Matteo Oleotto, Gianfranco Pannone, Angelo Pasquini, Anna Pavignano, Michele Pellegrini, Lucio Pellegrini, Marco Pettenello, Marco Pontecorvo, Marco Pozzi, Marco Puccioni, Luca Raffaelli, Maurizio Forestieri, Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi, Paola Randi, Maddalena Ravagli, Mimmo Rafele, Stefano Reali, Maurizio Sciarra, Vittorio Sindoni, Mattia Torre, Marco Turco, Daniele Cini, Edoardo Winspeare e molti altri.

 

Il consiglio direttivo  è composto da:

Stefano Sardo - Presidente 

Laura Ippoliti e Michele Pellegrini - Vice Presidenti

Antonio Leotti- Coordinatore Nazionale e Tesoriere

Andrea Purgatori - Portavoce


Soggettisti/Sceneggiatori Cinematografici:
Eleonora Cimpanelli, Mimmo Rafele

Registi Cinematografici:
Giorgio Diritti, Valerio Mieli, Marina Spada

Soggettisti/Sceneggiatori Televisivi:
Nicola Ravera Rafele

Registi Televisivi:
Fabrizio Costa, Stefano Reali, Alberto Simone
 

Autori di Documentari:
Marco Bertozzi, Giovanni Piperno, Luca Scivoletto

Autori di altre forme espressive dell’audiovisivo non immediatamente classificabili in relazione a cinema e televisione:
Michele Conforti

Autori di Animazione:
Luca Raffaelli

Rappresentante delle regioni del Nord:
Carlotta Mastrangelo

Rappresentante delle regioni del Centro:
Enza Negroni

Rappresentante delle regioni del Sud:
Edoardo De Angelis

LE AZIONI:

ADEGUAMENTO DELL’EQUO COMPENSO PER COPIA PRIVATA
L'innovazione tecnologica ha dato la possibilità di rendere sempre più accessibili i contenuti creativi. Tutto è raggiungibile e duplicabile con grande facilità. In Italia come in Europa il diritto di equo compenso per la copia privata è una delle misure necessarie e fondamentali per compensare (appunto) gli autori, artisti, editori e produttori nel rispetto della massima diffusione possibile dei contenuti e delle opere creative. I prodotti delle sempre più ricche multinazionali delle tecnologie vivono anche e soprattutto grazie ai contenuti creativi degli autori e degli artisti. Il decreto del Ministero dei Beni Culturali che fissa le tariffe dell'equo compenso, in vigore dal 2009, era scaduto nel 2012. 100autori ha ribadito, negli ultimi anni, la necessità di rivedere un decreto di fondamentale importanza per la cultura del nostro paese e il Ministro della Cultura Dario Franceschini nel mese di giugno 2014 ha apposto la sua firma al decreto che aggiorna l'equo compenso in materia di copia privata avvicinando le tariffe a quelle in vigore in Paesi come Francia e Germania.


VALORIZZAZIONE DEL DOCUMENTARIO AI PREMI DAVID DI DONATELLO
100autori da sempre attiva nella tutela e promozione del cinema del reale, ha accolto con grande soddisfazione la scelta fatta dal Comitato direttivo del Premio David di Donatello, di approvare le modifiche allo Statuto suggerite al fine di valorizzare il Cinema Documentario italiano, che sta riscuotendo ormai da alcuni anni, un enorme successo, imponendosi in Italia come la forma più innovativa di cinema indipendente. Sono state infatti, recepite tutte le richieste avanzate dall’associazione: sarà la stessa Giuria del David – e non più una commissione distaccata- a selezionare sia i documentari che i film del cinema di finzione. La comunicazione della “Cinquina del documentario “ avverrà in contemporanea con le altre nomination e l'assegnazione del Premio per il miglior documentario sarà fatta durante la grande Cerimonia di gala in cui verranno proclamati tutti i vincitori delle altre categorie cinematografiche.


LA RIFORMA DELLE COMMISSIONI MINISTERIALI
Il Mibact e il Ministro Franceschini, accogliendo le istanze dell’associazione 100autori e comprendendo la necessità di inaugurare una nuova stagione all'insegna della trasparenza, hanno avviato una riforma delle commissioni che finanziano la produzione e la promozione del cinema. Dal 2014 i componenti delle commissioni sono stati scelti dal Ministro attraverso un bando pubblico, che prevede la valutazione di titoli e curricula. Autori, esperti di cinema, critici, professionisti di alto profilo e comprovate capacità che vorranno candidarsi possono adesso inviare una semplice domanda al Ministero dei Beni culturali.

 

LE CLAUSOLE PAR CONDICIO
Nel mese di luglio 2014 la Rai aveva introdotto alcune clausole nei suoi contratti: quella sulla “par condicio” e sul “pluralismo” nella composizione dei gruppi di sceneggiatori.
Clausole lesive di principi costituzionali che imprigionavano la creatività degli sceneggiatori e degli autori. La prima grande vittoria è stata quella di imporre un tavolo di trattative aperto, con tutti i soggetti interessati, al quale hanno partecipato dirigenti RAI, componenti dell’ufficio legale e le associazioni ANICA e APT. L’intervento dell'associazione 100autori ha innanzitutto reso possibile conseguire un primo importante risultato in termini di metodo: affrontare la negoziazione della nuova “clausola par condicio” nell’ambito di un apposito tavolo ufficialmente aperto tra RAI e le associazioni di settore maggiormente rappresentative sia dei produttori (diretti destinatari della clausola in argomento) sia degli autori, per valutare insieme la miglior soluzione da adottare, il tutto con espresso richiamo ai diritti inderogabili previsti dalla Legge sul Diritto d’Autore. 100autori è riuscita – insieme alle altre associazioni presenti al suddetto tavolo negoziale – a relegare la facoltà di Rai di intervenire sulle opere interessate da eventuali problemi di par condicio esclusivamente al caso di “tagli e/o modifiche di una e/o piu’ delle scene previste nelle sceneggiature) riguardanti esclusivamente la presenza di soggetti politici in video”. Con questa nuova formulazione, l’ipotesi di tagli derivanti da problemi di par condicio viene trattato come il caso di tagli richiesti dalla censura o – per qualsivoglia ragione - dall’autorità Giudiziaria.


RIFORMA RAI
100autori ha elaborato le sue proposte per la riorganizzazione editoriale e industriale della produzione di cinema, fiction, documentario, animazione e contenuti per il web della RAI. L'obiettivo è quello di mettere l'azienda pubblica in grado di misurarsi con le opportunità dell'audiovisivo contemporaneo e di un pubblico sempre più ampio ed esigente interpretando la missione di servizio pubblico all'insegna della varietà, dell'innovazione e dell'internazionalizzazione.


CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE SULLA CORRETTA RAPPRESENTAZIONE DEI GENERI NEL SISTEMA DEI MEDIA
Si è concluso nel 2016 il lavoro dell’associazione 100autori che ha seguito i lavori del MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) nella stesura del regolamento per le linee guida sulla corretta rappresentazione dei generi nel sistema dei media, con particolare attenzione alla figura delle donna e degli omosessuali.


LE DONNE NELL’INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA
Nel 2014 il Mibact ha elaborato i dati per EWA - European Women's Audiovisual Network (www.ewawomen.com), relativi all'incidenza di figure femminili fra registi e sceneggiatori italiani. EWA è un network europeo che sta realizzando in collaborazione con Eurimages un’indagine sul ruolo delle donne nell'industria cinematografica e audiovisiva. I principali paesi europei sono già coinvolti nel progetto e l'Italia è entrata nel 2014. In una prima fase 100autori ha collaborato con il Mibact per fornire i dati generali di contesto sul nostro paese.
Con il Mibact si è aperta una proficua collaborazione sul tema della Donne nel Cinema che ha portato anche all’organizzazione di un Convegno sul tema (che si è svolto a Maggio 2015).


L’IMPEGNO IN AGCOM (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni)
100autori fa parte del Comitato Diritto d’Autore istituito presso l’AGCOM. Il comitato lavora per elaborare progetti di educazione alla legalità nelle scuole, attività educative per la tutela del diritto d’autore in rete, codici di autoregolamentazione e approfondire l’esperienza statunitense e quella europea.
NB: 100autori ha lavorato per porre le basi alla prima seria lotta alla pirateria sul web ed è stata protagonista nelle audizioni e in tutti gli incontri organizzati sul tema che hanno portato all’approvazione del regolamento AGCOM per la tutela del diritto d'autore.

 

SIAE, DIRITTO D'AUTORE E CONSULENZA LEGALE
Prosegue il lavoro di vigilanza in Siae grazie alla presenza e al lavoro del nostro rappresentante Andrea Purgatori all’interno del Comitato di Gestione e dei nostri delegati nella Commissione Cinema.
100autori offre consulenza legale gratuita a tutti i soci che ne fanno richiesta.


MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA

L’Associazione 100autori è chiamata ogni anno ad organizzare e promuovere la sezione autonoma delle “GIORNATE DEGLI AUTORI/ VENICE DAYS” - dedicata al mondo autoriale e al cinema indipendente che si svolge durante la Mostra del Cinema di Venezia – e a partecipare a convegni internazionali mettendo in luce il punto di vista degli autori italiani.
Il nome dei 100autori è stato associato ad iniziative d’approfondimento e dibattiti aperti gratuitamente al pubblico e alla stampa presso la Villa degli Autori al Lido.

ROMA FICTION FEST

L'associazione 100autori partecipa alle edizioni del Roma Fiction Fest assegnando il Premio "Francesco Scardamaglia" alla Miglior Sceneggiatura di un'opera tv italiana. Questo premio è particolarmente caro all’associazione perché legato alla memoria di Francesco Scardamaglia, grande professionista che ha contribuito a creare le fondamenta solide dei 100autori.


RETE DEGLI SPETTATORI

100autori collabora con La Rete degli Spettatori e anche nell’anno 2017 la Giuria che seleziona i film d’autore da distribuire è stata indicata dall’Associazione.

100AUTORI PER IL SOCIALE

Nel 2014 L’Associazione 100autori ha concesso il suo patrocinio e la sua disponibilità a collaborare con MEDICINEMA e dichiarato il suo impegno nei confronti della Onlus, attiva nella promozione della Terapia del Sollievo e nella realizzazione di sale cinematografiche nelle strutture ospedaliere. Nata dall’esperienza di MediCinema UK, attiva da oltre 15 anni, MediCinema Italia promuove l'esperienza del grande cinema e della cultura quale piano terapeutico ed è attiva nel sostegno alla ricerca sulla misurazione degli effetti positivi della "terapia di sollievo" su pazienti nel medio-lungo periodo. La collaborazione con l’Associazione 100autori è frutto della comune convinzione di quanto il cinema possa alleviare il disagio dei malati, aiutare la socializzazione, portare beneficio psicofisico a chi trascorre lunghi periodi in ospedale. Illustri membri dell’associazione hanno partecipato a serate di raccolta fondi e l’associazione si è impegnata a condividere e sostenere la mission della Onlus.


FERA - FEDERATION EUROPÉENNE DES REALISATEURS AUDIOVISUELLE

100autori aderisce alla FERA (Federation Européenne des Realisateurs Audiovisuelle) con sede a Bruxelles che svolge attività di lobby in difesa del lavoro autoriale.