Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK
Vai al contenuto

100autori.it - Centoautori del cinema italiano

100autori

Come iscriversi all'Associazione

La procedura per iscriversi è molto semplice, basta compilare ed inviare uno dei due moduli che troverete nella sezione iscrizioni e pagare la quota associativa annuale.

Cerca nel sito

100autori network

Comunicati stampa

06 Aprile 2017

LO SCENEGGIATORE STEFANO SARDO ELETTO NUOVO PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE 100AUTORI

Stefano Sardo è il nuovo Presidente dell'Associazione 100autori.
Lo sceneggiatore è stato nominato all'unanimità dal Consiglio direttivo neoeletto e verrà affiancato da Michele Pellegrini e Laura Ippoliti in qualità di Vice Presidenti.

Con Sardo, classe ’72, e Pellegrini, classe ’75, il consiglio direttivo sceglie di affidare ad una nuova generazione di autori il timone dell’associazione. Una scelta precisa. Un segnale dettato dalla convinzione che oltre a garantire continuità al lavoro fin qui svolto, sapranno anche innovare, con passione, coraggio e nuove idee la missione dei 100autori. La sceneggiatrice Laura Ippoliti, già presente nel direttivo uscente, che ha rappresentato 100autori nel coordinamento editoriale del Mia (Mercato Internazionale dell’audiovisivo) completa la squadra.

Nel suo discorso di insediamento, Sardo ha ringraziato per la fiducia riposta e ribadito il senso di responsabilità con il quale ha accolto l’incarico.
"Ho accettato la designazione a Presidente – ha spiegato Sardo durante la prima riunione del Consiglio del 5 aprile - perché oltre a discutere di diritti, opportunità, sfide, bisogna anche darsi da fare in prima persona, ogni tanto, partecipare, con idee e proposte e mettendo la propria disponibilità, perché esse si concretizzino. Sono convinto che oggi - nel momento in cui tutti cercano contenuti audiovisivi per le diverse piattaforme - la creatività autoriale costituisca la risorsa primaria per dare slancio all’industria culturale del nostro paese. 100autori ha contribuito in questi anni a rafforzare in noi autori la certezza che siamo parte attiva del mondo dell'audiovisivo, ha determinato un cambiamento nella percezione del nostro comparto da parte dell’opinione pubblica e dei nostri interlocutori istituzionali, ma dobbiamo essere ancor più consapevoli dei nostri diritti e garantirci la possibilità di crescere e di innovarci.”

Il consiglio direttivo ha voluto esprimere un ringraziamento ai membri uscenti, in particolare a Francesco Bruni che ha svolto il ruolo di Presidente negli ultimi 4 anni con straordinaria competenza professionale, garbo e integrità, e lascia un’impronta significativa della sua esperienza politica. A lui va la gratitudine di tutta l’associazione.

Eletto anche il nuovo Coordinatore Nazionale, lo sceneggiatore Antonio Leotti al quale viene affidata la guida operativa dell’Associazione, mantenendo la carica di Tesoriere.

Andrea Purgatori resta ufficialmente nella squadra dei 100autori in qualità di Portavoce. Fondatore dei 100autori, Purgatori è attualmente membro del Consiglio di Gestione SIAE. Rientra anche il documentarista Agostino Ferrente, cooptato dal consiglio, come previsto dallo Statuto.

Tutti i membri del board hanno, infine, manifestato l’intenzione di misurarsi con con le battaglie che li attendono perché solo tutelando i diritti di chi l’audiovisivo lo crea e gli interessi di chi lo fruisce, il pubblico, si contribuisce tutti alla crescita culturale, civile ed economica del nostro paese.

Stefano Sardo. Nato a Bra nel 1972. La sua prima sceneggiatura, firmata insieme ad Alessandro Fabbri e Ludovica Rampoldi riceve la menzione speciale al Premio Solinas - Storie per il Cinema nel 2007 ed esce in sala col titolo La doppia ora per la regia di Giuseppe Capotondi; il film è stato premiato alla 66ª Mostra del Cinema di Venezia con la Coppa Volpi e ottiene la nomination come miglior esordio agli EFA 2010.
Ha firmato per il cinema il copione di Tatanka (2011) per la regia di Giuseppe Gagliardi e Workers - Pronti a tutto di Lorenzo Vignolo (2012), Il ragazzo invisibile, di Gabriele Salvatores (EFA 2014), Monolith di Ivan Silvestrini (2017) nonché di The Double Hour, remake statunitense de La doppia ora, in preproduzione.
È fondatore e direttore artistico del festival di cortometraggi Corto in Bra e del festival Slow Food on Film. Nel 2013 ha scritto e diretto il documentario Slow Food Story presentato alla Berlinale. Per la tv, sempre con Fabbri e Rampoldi, ha creato la nuova serie Sky, 1992 e 1993 firmando soggetto di serie e le sceneggiature di tutte le puntate. Ha lavorato alla prima e seconda stagione di In Treatment, La nuova squadra I, II e III, Il tredicesimo apostolo.
Nel 2015 vince con 1992 il Premio Francesco Scardamaglia al Roma Fiction Fest.