Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK
Vai al contenuto

100autori.it - Centoautori del cinema italiano

100autori

Come iscriversi all'Associazione

La procedura per iscriversi è molto semplice, basta compilare ed inviare uno dei due moduli che troverete nella sezione iscrizioni e pagare la quota associativa annuale.

Cerca nel sito

100autori network

Eventi

24 Settembre 2009

Gli Autori incontrano la Direzione Generale della RAI

 Gli Autori incontrano la Direzione Generale della RAI


Mercoledì 23 settembre, negli uffici della Direzione Generale della sede Rai di Viale Mazzini, si è svolto un incontro tra il dott. Antonio Marano, vicedirettore generale con delega al cinema e alla fiction, la dottoressa Lorenza Lei, vicedirettore generale con delega alle risorse artistiche, i rappresentanti delle associazioni di autori – 100autori, Art e Sact – l’associazione degli agenti – LARA – e i sindacati.

Le associazioni presenti, attraverso gli interventi di Stefano Rulli, Daniele Cesarano, Giorgio Capitani, Leonardo Diberti e Nicola Lusuardi hanno sottolineato la necessità di un confronto più diretto e frequente con la RAI per affrontare le numerose criticità determinate dalla crisi, precisando la necessità di trovare risposte editoriali e produttive adeguate non solo alla crisi economica, ma anche e soprattutto alla crisi di ascolti che testimonia la disaffezione del pubblico a gran parte del cinema e della fiction italiane.
Su questa base le associazioni hanno chiesto l’apertura di un tavolo permanente di confronto che attivi un dialogo costruttivo sui problemi relativi:
- al rispetto della missione definita dal Contratto di Servizio e a una necessaria verifica sulle eventuali inadempienze;
- alle strategie editoriali;
- ai compensi e alle condizioni di lavoro di registi, sceneggiatori e attori;
- e ai diritti, riguardo ai quali si è sottolineata la volontà degli autori di affermarsi come parte in causa sia nelle trattative relative all’equo compenso, che in quelle sull’assegnazione dei diritti residuali.

La Rai, pur sottolineando tutte le difficoltà dell’attuale congiuntura e gli sforzi dell’azienda per ampliare la propria offerta attraverso i nuovi canali digitali, ha accolto la richiesta degli autori, manifestando una piena disponibilità al dialogo e alla collaborazione.
Si inaugura così una fase nuova nei rapporti tra la Rai e gli autori che dagli anni novanta non avevano più avuto la possibilità di un confronto diretto e sistematico con l’azienda.
Auspicando che agli impegni ora seguano i fatti e che il dialogo favorisca la capacità del sistema di rispondere alla difficile situazione che stiamo vivendo.