Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK
Vai al contenuto

100autori.it - Centoautori del cinema italiano

100autori

Come iscriversi all'Associazione

La procedura per iscriversi è molto semplice, basta compilare ed inviare uno dei due moduli che troverete nella sezione iscrizioni e pagare la quota associativa annuale.

Cerca nel sito

100autori network

Notizie

RSS

26 Giugno 2018

COMUNICATO GAETANO BLANDINI
(AGENPARL) – Roma, 26 giugno 2018 – “In relazione all’articolo dell’Espresso di domenica 24 giugno, dal titolo 007 operazione Rovazzi, e alle pretestuose interpretazioni che ne sono conseguite, smentisco nel modo più assoluto e con fermezza che la Società Italiana degli Autori ed Editori abbia commissionato o svolto attività di ‘dossieraggio’ o ‘spionaggio’ nei confronti di società o autori concorrenti, cosa peraltro evidente dalla lettura dell’articolo pubblicato dall’autorevole settimanale”....

26 Giugno 2018

Molti italiani tra i membri dell'Academy
Fonte primaonline -  Ci sono molti italiani fra coloro che hanno appena ricevuto l'invito a diventare membri della prestigiosa Academy of Motion Pictures Arts and Sciences, l'organismo che vota per gli Oscar: Luca Guadagnino, Marco Bellocchio, Alice e Alba Rochwacher, il compositore Carlo Siliotto (The Punisher, La misma luna), i montatori Valerio Bonelli, Walter Fasano e Cristiano Travaglioli (Youth). Fanno parte del numero record di 928 artisti (49 per cento donne) provenienti da 59 Paesi nel mondo invitati quest'anno dall'Academy a entrare nei loro ranghi.  

26 Giugno 2018

Rutelli: "Con Netflix il ciak diventa un algoritmo"
fONTE CINECITTANEWS -  “Con l’avvento di Netflix il mondo dell’audiovisivo sta cambiando: a decidere il ciak giusto non è più il regista, ma un algoritmo”. A parlare è Francesco Rutelli, presidente di Anica e protagonista dell’intervista con Federico Pontiggia, vero e proprio filo conduttore della prossima puntata di Movie Mag, uno speciale dedicato alle sorti e le nuove frontiere del cinema dal titolo “Il cinema che verrà”. 

26 Giugno 2018

Audiovisivo: il mercato italiano vale 340 mln di euro
Fonte primaonline -  Il mercato italiano home entertainment vale 340 milioni di euro, in contrazione del 10%. Cala la vendita dei prodotti fisici (Dvd e Blu-ray), cresce lentamente il digitale. Bene il Tvod che raggiunge i 15 milioni di transazioni per un fatturato di 66 milioni di euro (+10%). A Milano si predilige il fisico mentre a Roma il digitale perchè, spiega Gfk, nel capoluogo lombardo il digitale è stato già compreso e utilizzato pienamente per cui oggi, come per il vinile con la musica, si assiste a una fase di recupero di questo supporto.  Sono...

26 Giugno 2018

Marinella Soldi lascia Discovery
Fonte primaonline -  Marinella Soldi, chief strategy officer Emea e managing director Southern Europe, lascia Discovery a ottobre 2018 per seguire nuove sfide, come hanno annunciato questa mattina Jb Perrette, president & ceo Discovery Networks International, e Kasia Kieli, president & md Discovery Networks Emea. Marinella Soldi “Ho vissuto con impegno e passione ogni istante del mio percorso in Discovery e sono orgogliosa dei risultati raggiunti in Italia e in Sud Europa”, ha dichiarato Soldi. “Abbiamo avuto da subito un approccio coraggioso e abbiamo...

26 Giugno 2018

Levata di scudi contro Di Maio sul diritto d'autore online.
Fonte primaonline -  “Siamo stupiti dalle dichiarazioni del ministro e vice presidente del Consiglio, Luigi Di Maio, sulla direttiva europea sul diritto d’autore” proferite al convegno di Agi dedicato al web. È questo il commento del presidente dell’Associazione italiana editori Ricardo Franco Levi. “Non possiamo credere – ha detto Levi – che un governo del cambiamento possa essere contrario all’innovazione anche in questa materia. Ci sembra contraddittorio conservare uno status quo che favorisce le grandi imprese del web a scapito...

24 Giugno 2018

SIAE: MAI INDAGATO SU SOCIETA' O ARTISTI.
COMUNICATO SIAE - In relazione all’anticipazione apparsa oggi sul sito espresso.repubblica.it dell’articolo che sarà pubblicato domenica 24 giugno su L’Espresso a firma di Emiliano Fittipaldi, “Così gli ex 007 dei servizi israeliani hanno indagato su Rovazzi e Fedez”, SIAE smentisce categoricamente che sia mai stata posta in essere alcuna indagine su società o artisti in particolare. SIAE si è limitata a richiedere alla società italiana IFI Advisory un approfondimento sul panorama internazionale del diritto d’autore,...

24 Giugno 2018

Cosi' gli ex 007 dei servizi israeliani hanno indagato su Rovazzi e Fedez
DI EMILIANO FITTIPALDI per L'Espresso - Così gli ex 007 dei servizi israeliani hanno indagato su Rovazzi e Fedez Sono anni che la Siae, la società pubblica che gestisce i diritti di autori ed editori, combatte una guerra senza quartiere contro i concorrenti di Soundreef, la spa italiana che sta minando il monopolio del vecchio ente no profit a cui si sono iscritti star come Fedez, Gigi D'Alessio e Fabio Rovazzi. Ora l'Espresso ha scoperto che la Siae (sotto attacco anche dall'Antitrust per l'ipotesi di abuso di posizione dominante) ha investito 400 mila euro per assoldare una...

23 Giugno 2018

Direzione Rai, spunta ipotesi Vaccarono
ADNKRONOS - Accelerazione in vista per il rinnovo dei vertici Rai. Parlamento e Governo hanno tempo fino al 31 luglio per rinnovare il Cda della Tv di Stato. Per i 4 posti di nomina parlamentare sono arrivate sui siti di Camera e Senato 236 candidature. Intanto per la poltrona di direttore generale, la cui scelta spetta all'azionista Tesoro - a quanto apprende l'Adnkronos - spunta il nome di Fabio Vaccarono, attuale Country Director di Google Italia. Vaccarono, con un passato nel settore della pubblicità entra nella rosa dei papabili assieme agli altri nomi già circolati nei...

22 Giugno 2018

Diritto d'autore e colossi del Web.
di JAIME D'ALESSANDRO per La Repubblica - La partita è appena iniziata e su come finirà ci sono poche certezze. Il voto della Commissione Affari Giuridici (Juri) del Parlamento europeo in fatto di copyright, passata con 14 voti a favore, nove contrari e due astenuti, ha spaccato la commissione stessa e rimandato la resa dei conti alla plenaria dell’Europarlamento che si terrà a Strasburgo a inizio luglio. Sul tavolo un regolamento per normare il diritto d’autore sul web e fare in modo che artisti, giornalisti ed editori siano remunerati per il loro lavoro...